Aprire b&b e attività ricettive nei condomini, cosa prevede la legge

Il tema delle piccole attività ricettive (B&B, Affitta-camere ecc) nei condomini è molto discusso, soprattutto nelle città con grande affluenza turistica.
A Roma, in particolare, soprattutto negli ultimi anni, sono sorte tantissime attività di questa natura e tante altre sono in procinto di nascere.
Molto spesso, quindi, ci viene posto il quesito se è possibile trasformare il proprio appartamento in un B&B o in un’attività affitta-camere senza richiedere l’autorizzazione al condominio?

Ai sensi dell’art. 832 del codice civile, il proprietario può godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico. Pertanto, la risposta al nostro quesito risulta essere affermativa.

La Legge, dunque, non dice come il proprietario dell’appartamento debba utilizzare il proprio immobile. Questi è libero di trarre dal bene l’utilità che meglio ritiene e quindi anche aprire un b&b o offrire un servizio di affitto per turisti  (ovviamente seguendo quanto previsto dalla normativa su queste attività).

Tuttavia, sul focus “condominio”, è possibile trovare limiti all’esercizio del diritto di proprietà nel regolamento di condominio. Infatti, la risposta è da ritenersi affermativa fatta salva l’ipotesi in cui il regolamento preveda un esplicito e chiaro divieto.

È importante sottolineare che non basta un regolamento qualsiasi, ma si deve trattare di un regolamento approvato all’unanimità. Solo il consenso di tutti i condomini può impedire un particolare utilizzo dei rispettivi appartamenti.

L’orientamento giurisprudenziale prevalente afferma, in realtà, che non si tratta di una decisione presa da altri, ma di un’autolimitazione dello stesso titolare dell’immobile (avendo questi votato a favore del limite).

Hai ulteriori domande da porci sul tema o su altri argomenti che riguardano le questioni di condominio? Compila il seguente form, sarà nostra cura risponderti quanto prima.

Attraverso questo form è possibile inviarci domande e/o richieste informazioni su argomenti specifici affrontati dal nostro studio. In particolare, verrà risposto ai quesiti riguardanti specificatamente temi e questioni di carattere condominiali. Lo studio valuterà ciascuna delle domande pervenute e pubblicherà quelle ritenute più idonee con le relative risposte.


Prima di inviare la presente richiesta di preventivo, la invitiamo a prendere visione della nostra Informativa sul trattamento dei suoi dati personali
Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei miei dati personali.